Facebook Twitter

“Le persone che dedicano circa mezz’ora al giorno alla lettura di un libro hanno un significativo vantaggio in termini di sopravvivenza rispetto a quelle che non leggono”. A sostenere questa tesi è Becca R. Levy della Yale university school of public health di New Haven e coordinatrice di questo studio che è stato pubblicato sulla rivista Social science & medicine.

Anche la lettura di giornali e periodici aiuterebbe a vivere più a lungo, nonostante questi incidano sulla durata della vita in maniera meno significativa rispetto alla lettura di libri. Insomma, sembra proprio che leggere contribuisca ad allungare la vita di circa due anni e renda anche le persone più felici.

La letturaSorge quasi spontanea una domanda: era necessario incrociare migliaia di dati per arrivare a questa conclusione? Chi può dirlo, chissà. Forse, per quanto riguarda l’aspetto della felicità, sarebbe stato sufficiente osservare i lettori all’opera: gli occhi che scorrono veloci e vispi sulla pagina, le mani che stringono il libro e, perché no, magari anche lo sguardo perso nell’intento di immaginare i personaggi e le mille storie. 

Cosa stiamo aspettando, dunque? Leggiamo, leggiamo sempre. Perché solo così, come scrisse Umberto Eco, avremo la fortuna di aver vissuto non solo una sola vita (per quanto lunga potrà essere), ma di aver vissuto cinquemila anni.

Federica Bosia – Corso di Laurea Magistrale in Filologia Moderna dell’Università Cattolica

Chi legge vive meglio e più a lungo
Tag: