Facebook Twitter

Intervista a Michela Gualtieri, ex allieva Master in editoria Piamarta 2013, tutor per il Master 2014 e, da poco, imprenditrice con il progetto Tribook

MichelaMichela, in questo anno sei stata, oltre ai docenti, un punto di riferimento per noi ragazzi del master di editoria. Come ti trovi nei panni della tutor?
Dopo una prima fase iniziale di adattamento al nuovo ruolo, perché non mi sentivo del tutto pronta a diventare, come dici tu, un “punto di riferimento” per chi vuole affacciarsi alla professione editoriale, ho capito che la mia esperienza di ex allieva del Master era una risorsa, perché mi avrebbe consentito di dare un contributo alla progettazione e al coordinamento,partendo da una prospettiva molto vicina a quella degli allievi. Dall’altro lato, penso che possa essere di supporto per i ragazzi sapere che c’è qualcuno che comprende a pieno le loro aspettative.

È interessante vedere come hai saputo declinare le competenze del Master in chiave nuova, partecipando al percorso di avviamento all’impresa della Università Cattolica e creando un progetto web per le librerie indipendenti milanesi. Raccontaci di questa esperienza: i passaggi che ti hanno portato a Dr. Start-upper e come procede il tuo progetto Tribook.
Ho fatto domanda per Dr. Start-upper perché vi vedevo un’opportunità di formazione, in un momento in cui avevo abbastanza tempo per seguire un corso e per acquisire nuove competenze. Mi sono candidata alla selezione con un’idea che avevo avuto mesi prima e che non avevo mai considerato come qualcosa di realizzabile, ma dal momento in cui sono stata ammessa al corso, ho cominciato a guardarla più seriamente e a strutturarla grazie agli insegnamenti che ricevevo durante le lezioni. Alla fine del corso, il mio progetto, che nel frattempo era diventato Tribook, è stato premiato come uno dei tre più promettenti e per me è stata una grande soddisfazione. Oggi, a un anno da quella domanda di ammissione presentata senza nessuna velleità, Tribook sta diventando realtà e tra pochi giorni sarà lanciata la versione beta.

Che suggerimenti hai per noi che ci stiamo diplomando al Master e per i prossimi corsisti?
Domanda difficile. “Siate affamati, siate folli” l’hanno già detto, vero? Allora direi di non lasciarsi scoraggiare dalle difficoltà di questa congiuntura storica sfavorevole, di essere fattivi e perseverare nei propri obiettivi.

Agnese Leo Master in Professione Editoria cartacea e digitale 2013-2014

[Interviste] — Dal Master alla Start-up: come ti esco dalla crisi